skip to Main Content

Soffri di disturbi alimentari a Lodi e dintorni?

I disturbi dell’alimentazione (DCA) sono strettamente intercorrelati tra loro dalla presenza di un anomalo rapporto con il cibo, da un eccesso di preoccupazione per la forma fisica, da un’alterata percezione dell’immagine corporea e da una stretta correlazione tra tutti questi fattori e i livelli di autostima, ma con caratteristiche cliniche e psicopatologiche differenti. Anche persone di peso corporeo normale possono essere affette dalla patologia. I DCA, se non trattati in tempi e con metodi adeguati, possono diventare una condizione permanente e compromettere seriamente la salute di tutti gli organi e apparati del corpo e, nei casi gravi, portare alla morte. Per la maggior parte delle persone la consapevolezza di avere un problema è scarsa e la paura di affrontare un cambiamento fortissima. Se una persona con DCA non è ancora in grado di intraprendere un vero e proprio trattamento, viene di solito iniziato quello che viene definito da molti centri un ‘percorso motivazionale’, ossia un percorso psicologico che ha lo scopo di portare la persona a desiderare il cambiamento e la guarigione. La valutazione iniziale ha diversi obiettivi prima di tutto è il momento in cui si inizia a stabilire un rapporto di fiducia. Chi si rivolge al centro specialistico ha bisogno di sentirsi capita e nello stesso tempo ha bisogno di sentire di essere in un centro dove questi disturbi sono conosciuti e affrontati con competenza. Nella fase di valutazione vengono raccolte tutte quelle informazioni che servono al terapeuta per poter capire quale sia il percorso terapeutico più adeguato e poterlo proporre alla persona che ha richiesto la visita ed infine concordato con il paziente e la famiglia. Al Medical Center un’équipe multiprofessionale (psicologo, dietista, medici) può fornire un aiuto specialistico.

Che cosa offre il Servizio?

  • Accurata valutazione psico-diagnostica
  • Psicoterapia
  • Sostegno socio educativo
  • Educazione alimentare
  • Consulenza psicologica a genitori, insegnanti ed educatori
  • Accurata valutazione medica delle condizioni generali dei pazienti
  • Eventuale consulenza medica specialistica
  • Valutazione della condizione medica generale
  • Consulenza con la dietista per valutazione dello stato nutrizionale e con misurazioni antropometriche di base ed impedenziometria
  • Controlli settimanali o quindicinali per monitorare il peso corporeo e la terapia alimentare

Coordinamento e Staff Operativo

Il Servizio si avvale della collaborazione di un’équipe multidisciplinare di psicoterapeuti, psicologi e medici:

Psicologa e psicoterapeuta: Dott.ssa Marina Bertoni
Dietista: Dott.ssa Raffaella Regali

Il servizio di disturbi alimentari mette a disposizione un’équipe multidisciplinare di psicoterapeuti, psicologi e medici per accompagnare il paziente verso la risoluzione dei disturbi del comportamento alimentare.

I disturbi del comportamento alimentare (DCA) sono sempre più diffusi, soprattutto tra gli adolescenti con una diminuzione progressiva dell’età di insorgenza.

Essi sono causati da una dispercezione della propria immagine corporea, accompagnata da condizioni psicologiche inerenti all’autostima e dalla continua aspirazione verso un ideale elaborato dalla propria mente. Sicuramente un contributo molto importante è dovuto ai mass media, che nel corso degli anni hanno stabilito determinati canoni di bellezza fisica e che hanno un impatto particolarmente forte su ragazzi e ragazze che si trovano in un’età particolarmente delicata qual è l’adolescenza.

I disturbi del comportamento alimentare più diffusi sono l’anoressia, la bulimia e la sindrome da alimentazione incontrollata.

L’anoressia è una condizione patologica caratterizza dall’eccessiva ricerca di magrezza, anche nel momento in cui la persona ha già raggiunto un peso fisiologico limite. Il comportamento di una persona anoressica si esplica prevalentemente nell’evitamento del cibo, ma possono anche essere messe in atto condotte di intensa attività fisica con lo scopo di perdere ulteriore peso.

La bulimia è una condizione patologica caratterizzata dall’incontrollata ingestione di cibi. Dopo queste abbuffate però insorgono un senso di colpa e di depressione per la quantità di cibo consumata, al punto che la persona bulimica cerca di rimediarvi con l’espulsione di quanto introdotto. Per fare ciò può provocarsi il vomito autoindotto oppure utilizzare lassativi e diuretici.

La sindrome da alimentazione incontrollata o binge eating è una condizione patologica caratterizzata, come la bulimia, dall’ingerimento di grandi quantitativi di cibo che portano ad un aumento di peso. A differenza della bulimia però manca il tentativo di compenso rappresentato dall’espulsione di quanto consumato. In alcuni casi, in seguito alle abbuffate, si possono verificare periodi di digiuno e di pratica dell’attività fisica, nel tentativo di dimagrire.

I disturbi del comportamento alimentare sono condizioni in cui si deve intervenire precocemente con un approccio multidisciplinare, poiché se protratti nel tempo rischiano di causare danni irreparabili agli organi ed ai tessuti dell’organismo.

I nostri specialisti in disturbi alimentari

Richiesta appuntamento o informazioni

[]
1 Step 1
Consenso privacy
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
FormCraft - WordPress form builder
Back To Top
error: Content is protected !!